Istituto Comprensivo "G. Sabatini"

Istituto Comprensivo "G. Sabatini"

via A. Moro, 10 - BORGIA (CZ)

Lingua e cultura arbëreshë

“Lingua e cultura arbëreshë”

Progetti ministeriali finanziati dal MIUR nell’ambito della legge 482/99 sulla tutela delle minoranze linguistiche.

 

L’istituto comprensivo “G. Sabatini” è la scuola capofila di una rete di scuole costituite con gli istituti comprensivi di Maida e Petronà  per la realizzazione di progetti ministeriali finanziati nell’ambito delle iniziative della legge 482/99 che tutela le minoranze linguistiche.

I plessi di lingua minoritaria arbëreshë  sono: Caraffa che fa parte dell’Istituto Comprensivo “G. Sabatini” di Borgia; Vena di Maida che fa parte dell’Istituto Comprensivo di Maida; Andali che fa parte dell’Istituto Comprensivo di Petronà.

In questa pagina sono contenuti alcuni dei lavori prodotti dalle scuole.

 

Biennio 2018/202o

 

 

 

 

 



 

Biennio 2016/2018

Sopra: video della XXV Rassegna  prodotto conclusivo del progetto biennale sulla lingua arbëreshë finanziato dal MIUR con le iniziative sulla legge 482/99 sulle minoranze linguistiche. Annualità 2017/18. Esibizione a Firmo(CS), giorno 27/05/2018

 

 

 

Sopra: video della XXIV Rassegna,  prodotto conclusivo del progetto biennale sulla lingua arbëreshë finanziato dal MIUR con le iniziative sulla legge 482/99 sulle minoranze linguistiche Annualità 2016/17. Esibizione ad Acquaformosa (CS), giorno 26/05/2017.

 

VIDEO –  XXIII Rassegna Culturale e Folcloristica

 

L’importante evento  quest’anno si è tenuto a Maschito, centro arbereshe della provincia di Potenza. Le scolaresche delle varie comunità si sono ritrovate nell’aula magna dell’istituto scolastico locale dove si è tenuto il Convegno dal Tema “ le Pietre della memoria” a cui  hanno partecipato il Presidente dell’Associazione Progetto Caraffa Francesco Stirparo, il   Dirigente scolastico locale Rocco Telesca e il Sindaco Antonio Mastrodonato, i Professori Matteo Mandalà dell’Università di Palermo, Anton Berisha e Franco Altimari dell’Univerità della Calabria, il Consigliere regionale lucano Aurelio Pace e le relazioni del Prof. Pianoforte di Maschito. Questa manifestazione è uno dei pochi eventi interregionali che riesce a mantenere vive le etnie delle comunità calabresi, lucane e siciliane, grazie alle ricerche antropologiche ed agli annuali convegni tematici.  Il convegno, che si è tenuto nella mattinata, è stato incentrato sul tema della memoria e della legge sulle minoranze, che secondo i cattedratici ed i politici presenti andrebbe rivisitata in quanto i pochi fondi a disposizione sono dirottati per strutture inutili o addirittura per comunità che non sono minoritarie. Tutti i relatori hanno espresso i loro apprezzamenti e parole di elogio per l’anima di questa Rassegna, la Prof.ssa Cettina Mazzei per aver realizzato questo storico evento che rappresenta uno dei pochi momenti di approfondimento culturale per le etnie. Nel pomeriggio, dopo la imponente sfilate per le strade del centro storico maschitano, a cui hanno partecipato le 15 comunità arbereshe e occitano valdesi con i loro variegati costumi e  i 2 gruppi storici della cittadina, i gruppi folcloristici si sono poi esibiti sul palco, guidati dai due presentatori, il giornalista Emilio D’Andrea e l’artista Alba Tamarazzo.

P1080419

P1080411

P1080437

P1080444

 

 

Edizione di Caraffa, 28/05/2016

A Masquito (PZ)

Il cortometraggio per “La pietra della memoria”.

 

Scuola di Andali

XXII Rassegna – Scuola di Vena.

 

 

 

sabato 30 maggio 2015